Coronavirus viaggiare si o no?

13 cose da sapere coronavirus

Oggi vorrei parlare con voi di questo virus che sta bloccando l’ Italia e non solo, quante volte in questi giorni ci siamo chiesti se è il caso di partire? rimanere a casa? quali sono i controlli che dovremo affrontare in aeroporto? dove possiamo andare dall’ Italia? quali le precauzioni da prendere? vediamo di ragionare un po’…

Cosa è la COVID-19?

La malattia provocata dal nuovo Coronavirus ha un nome COVID-19 dove CO sta per corona, VI per virus, D per disease e 19 indica l’anno in cui è manifestata.

I SINTOMI, i piu comuni includono febbre, tosse, difficoltà respiratorie. Nei casi più gravi l’ infezione può causare polmonite, sindrome respiratoria acuta, insufficienza renale.

INCUBAZIONE, il periodo di incubazione rappresenta il periodo di tempo che intercorre fra il contagio e lo sviluppo dei sintomi, si stima che vari fra 2 e 11 giorni, fino ad un massimo di 14 giorni.

COME SI TRASMETTE, la via primaria sono le goccioline del respiro delle persone infette, la saliva ( tosse e starnuti), contatti diretti personali, le mani, toccando con le mani contaminate bocca, naso o occhi.

Partire si o no?

Io sono sempre per il sì, adottando le dovute precauzioni, informarsi sempre sui Paesi che vietano l’ ingresso a chi proviene dall’ Italia, o comunque informarsi sulle restrizioni che applicano. Noi siamo appena tornati da Madrid e vi devo dire che non ci hanno fatto controlli particolari né in entrata né in uscita se non i soliti controlli che si fanno in aeroporto abitualmente, per quanto riguarda l’ Italia in uscita non ci sono controlli, in entrata si, misurano la febbre a tutti, bambini compresi con uno termo scanner, non sono altro che degli strumenti che misurano la febbre in tempo reale, verrete inquadrati da una telecamera, vi chiederanno di togliere sciarpe, occhiali e cappelli, collo e viso devono rimanere scoperti, e in meno di 5 secondi la misurazione viene effettuata.

Precauzioni da prendere

La corretta informazione è la prima precauzione da prendere, il sito che potete consultare per sapere se un paese è a rischio è http://www.viaggiaresicuri.it/ , non è stata impedita la mobilità da e verso i 27 paesi dell’ Unione Europea, Il Regno Unito ha imposto l’ auto- quarantena per tutti i soggetti che prevengono dai luoghi di maggiore diffusione del virus ( zone rosse) anche in mancanza di sintomi, mentro chi viaggia dal resto dell’ Italia dovrà farlo solo in presenza di sintomi.

Consiglio a chiunque voglia prenotare un viaggio adesso di attivare un assicurazione, che preveda il rimborso in caso di cancellazione, ipotesi molto plausibile in questo momento.

Per chi viaggia in questo periodo, SOSTARIFFE.IT ha predisposto un’ info grafica che riassume le 13 cose da sapere prima di mettersi in viaggio, ve le metto qui sotto.

13 cose da sapere coronavirus

Cosa fare in presenza di sintomi

Prima di tutto è consigliato non intasare i numeri di emergenza alla comparsa dei primi sintomi lievi, ricordate sempre che siamo nel periodo di maggiore diffusione di influenza stagionale.

Nel caso compaioni sintomi come febbre, mal di gola, tosse, raffreddore e difficoltà respiratorie bisogna evitare di andare in pronto soccorso per evitare una possibile diffusione.

Contattare telefonicamente il proprio dottore, e i numeri nazionali 1500 per avere informazioni precise, solo in casi gravi il 112, ricordatevi che ogni regione italiana ha messo a disposizione un numero verde regionale, al quale rivolgersi in caso di necessità, potrete reperire il numero verde sul sito del MINISTERO DELLA SALUTE.

2 pensieri su “Coronavirus viaggiare si o no?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: