Santa Rosalia Palermo

INTERNO SANTUARIO

Il Santuario di Santa Rosalia sorse su Monte Pellegrino nel 1625, attorno alla grotta dove la Santa visse da eremita, nella grotta furono ritrovati i resti di Santa Rosalia che portati in processione liberarono Palermo dalle peste.

Si arriva al Santuario dopo una strada in salita di circa 9 km, volendo si può percorrere il percorso storico che ti permette di arrivare a piedi, giunti alla piazza si raggiunge la grotta attraverso una ripida e ampia gradinata. Subito si vede la facciata e una bella scultura di Santa Rosalia su di una nicchia, lì potrete trovare tutti i doni che i devoti della “Santuzza” lasciano durante il pellegrinaggio.

Superata la cancellata si entra nel Santuario vero e proprio, la grotta prende le sembianze di una chiesa con un unica navata, dietro l’ altare maggiore è custodita la Sacra immagine della Madonna Immacolata. Entrando si percepisce da subito un clima di una forte spiritualità, nel silenzio si sente in sottofondo il tintinnio di gocce d’ acqua che scendono dalla roccia e si immettono in numerose grondaie, raccogliendo l’ acqua in una fontana dalla quale i fedeli attingono per devozione.

Sulla sinistra troviamo l’ altare di Santa Rosalia, ed in basso dentro un abitacolo, sorretto da colonne in marmo una balaustra finemente decorata, giace dentro una teca la statua della Santa, rivestita da un manto tutto d’oro, donato dal RE CARLO III BORBONE nel 1748.

Un po’ di storia

La Santa morì il 4 settembre del 1170, ma fu solo dopo il 15 luglio 1624, quando furono trovate le ossa, che il luogo fu trasformato in santuario dedicato alla Santa.

Fu in quell’ occasione che le sue reliquie furono portate in processione, perché cessasse la pesta che affliggeva la città. Ancora oggi il culto non è venuto meno e a Palermo si celebra come festa patronale nella settimana fino al 15 luglio. Il 4 settembre, giorno di Santa Rosalia secondo il calendario liturgico, a Palermo c’è un grande pellegrinaggio popolare che prevede “l’acchianata” a piedi dei fedeli, nella parte finale si possono vedere ancora oggi devoti che avanzano in ginocchio per grazia ricevuta.

Io consiglio a tutti di andare a vedere il Santuario della “Santuzza” un luogo veramente suggestivo, dove si ritrovano Pace e Serenità, oltre alla grotta si può visitare l’ annesso museo nel quale si trovano in mostra molti ex voto tra cui un bellissimo veliero in argento. Una volta lì godetevi la splendida vista su Palermo.

Servizi

Sotto la scalinata che vi porta alla grotta, trovate bar e vari banchi dove potrete comprare articoli religiosi, oggetti sacri, icone, ricordi di Santa Rosalia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: